|W&W| San Gerardo: 900 anni di passione e tradizione


 Tradizione: “trasmissione attraverso il tempo di un patrimonio culturale, ma anche il complesso dei valori (laici o religiosi) e dei modelli artistico-letterari trasmessi da un popolo, da una regione o da un’epoca”.

L’Italia, per sua costituzione storica e geografica, è sempre stata disseminata di comunità fortemente legate alla tradizione locale. Le molteplici motivazioni che hanno portato alla realtà attuale, oltre ad essere di natura eterogenea, richiederebbero una lunga e labirintica digressione storica che, in questa sede, non tratteremo. Però, sono da tenere presenti alcuni fattori rilevanti: la presenza della chiesa ha da sempre, sul nostro territorio, operato in maniera capillare e persistente, generando una serie di culti religiosi che, oltre a svolgere i sacri onori per il patrono di turno, si esplicitavano anche come collante della società. Inoltre, la conformazione geografica di alcune comunità, difficilmente raggiungibili, ha favorito la trasmissione dei soli valori interni a tale comunità, rafforzando così un senso di appartenenza che, per esempio, le popolazioni delle grandi città mercantili tendevano a diluire con altri valori provenienti dall’esterno. Ambrogio a Milano, Gennaro a Napoli, Nicola a Bari, Rosalia a Palermo, Marco a Venezia, Petronio a Bologna e Gerardo a Potenza: ogni città custodisce, e al tempo stesso ostenta, il proprio santo-patrono. Ma ovunque, c’è qualcosa che oltrepassa la sola religiosità per diventare espressione non solo della comunità di fedeli, ma rappresentazione dell’intera popolazione. E’ il folklore: “l’unione di fenomeni culturali che costituisce un patrimonio di conoscenze, con un coinvolgimento diretto di tutti gli aspetti della vita popolare E’ la somma di manifestazioni popolari acquisite con l’esperienza, l’eredità e le tradizioni, per soddisfare necessità biologiche e sociali. Il folklore si mantiene attraverso varie generazioni e quasi sempre è soggetto a trasformazioni. E’ un fatto spontaneo, anonimo e orale, che nasce dalle distinte manifestazioni di un popolo (canti, balli, favole, giochi, pietanze, utensili, strumenti musicali, capi d’abbigliamento)”. In giro per l’Italia, possiamo assistere a numerose manifestazioni folkloristiche, legate o meno ai culti religiosi. Una di queste si svolge in Basilicata, negli ultimi giorni di Maggio. In questi giorni, infatti, si apriranno i festeggiamenti in onore del santo patrono della città di Potenza (http://www.comune.potenza.it/ ): San Gerardo. Ecco, se volete davvero vivere il profondo folklore di una popolazione, di un dato territorio, di una tradizione, non posso che consigliarvi di trascorrere pochi giorni a Potenza. Qui potrete assistere (il 29 Maggio) alla Parata Storica dei Turchi: una rievocazione storica che vi trasporterà in un mondo antico e ricco di fascino. L’evento nasce rivisitando la leggendaria storia che narra della cacciata degli invasori turchi ad opera del vescovo della città: Gerardo La Porta. Storicamente, diversi studiosi ritengono che storia e leggenda si siano fuse, dando luogo ad una narrazione ibrida. Ma questo, al di là della storia, esplicita ancora meglio il vigore e la persistenza di tali accadimenti folkloristici. Quello di San Gerardo è un culto secolare, trasmesso con vigore da una generazione all’altra, che ha innescato nel tempo tutta una serie di manifestazioni circostanti. Infatti, dal 1997, è attiva anche l’associazione culturale dei “Portatori del Santo” (http://www.portatoridelsanto.it/home.php?p=main) . E’ loro il merito di aver rivitalizzato un evento che, come da loro citato, era diventato più un abulico appuntamento annuale che un’occasione di festa ed aggregazione sociale. Gli aspetti del tradizionale evento folkloristico ci sono tutti: i canti popolari, le tarantelle, il vino accompagnato dai taralli, la parata storica, il santo ed un’intera popolazione che, ne sono sicuro, saprà accogliervi con entusiasmo e dedizione. Quest’anno ricorre anche l’anniversario dei 900 anni dall’investitura a vescovo del patrono San Gerardo: 900 anni di passione e tradizione.

Giulio Marotta

Potenza, 26-27-28-29 Maggio 2012

Locandina programma Parata Storica dei Turchihttp://www.comune.potenza.it/attachments/article/5793/70X100conprogramma.jpg

Locandina eventi associazione Portatori del Santo: http://www.portatoridelsanto.it/home.php?p=main

Opuscolo informativo: http://www.comune.potenza.it/attachments/article/5793/opuscoloturchi.pdf

Advertisements